European Sailing Academies Cup: due chiacchiere con l’allenatore del CVC Roberto Ferrarese

4 settembre 2018

Share:

Roberto Ferrarese Centro Velico Caprera

Dal 2011 le più famose scuole di vela d’Europa si sfidano ogni anno in una regata: è la European Sailing Academies Cup. Il CVC è regolarmente invitato in rappresentanza dell’Italia e quest’anno si presenta all’appuntamento con un allenatore d’eccezione, il più volte campione mondiale e olimpionico Roberto Ferrarese, che per la Scuola tiene anche il corso Master Stage.

 

Roberto, che tipo di peculiarità tecniche e sportive presenta un torneo come la Esa Cup?

-L’Esa Cup è una regata tecnicamente complessa in quanto i percorsi sono atipici (angoli con il vento ) e in più perché parte del programma prevede l’utilizzo della disciplina del match race.
Proprio per queste caratteristiche questa gara richiederà una grande abilità nel mettere velocemente a fuoco il campo di regata,  adattandosi continuamente alle priorità del momento.

Come si stanno preparando i team del Centro Velico Caprera?

-I team del Centro velico Caprera si stanno preparando meticolosamente e con grande motivazione allenandosi su due fronti:
1) completamento di percorsi simili a quelli che affronteranno a MARS con l’obiettivo di scegliere efficacemente le rotte e le modalità che portano più velocemente da una boa all’altra (ad esempio: decidere se scendere con lo spinnaker e poi risalire senza o il contrario)
2) imparare l’arte del Match Race, che oltre a richiedere doti tecniche e tattiche notevoli, richiede anche abilità mentali da parte di tutti i componenti della squadra.

Che aspettative nutrite per questa edizione?
-Le aspettative dei team del Centro velico Caprera sono di regatare con calma ed efficienza, con professionalità, curando con prontezza e freddezza tutti gli aspetti che portano alla “ buona prestazione”.
Questo è l’obiettivo, perché questo è il messaggio che il Centro Velico Caprera vuole dare a tutto l’ambiente velico sia nazionale che internazionale. Il risultato seguirà questa linea di pensiero.

Quali sono gli avversari da battere storicamente?
-Gli avversari storici quali Francia, Svezia, Spagna,Belgio, Germania, sono teamdi grande valore ma il risultato finale, come detto prima, non dipenderà da loro ma dalla prestazione delle squadre del Centro Velico Caprera.

Al di là dell’aspetto sportivo, che tipo di esperienza si matura gareggiando in un contesto internazionale?
-Regatare in un contesto internazionale così importante ed eccellente è sicuramente per tutti i componenti delle squadre del Centro Velico Caprera un’ occasione di crescita importante e un grande privilegio.
Un’occasione che i nostri velisti affronteranno con il massimo della professionalità e con la gioia e la gratificazione di mostrare a tutto l’ambiente velico l’eleganza della navigazione eccellente.

 


HOME CORSI